Venta De Gafas Ray Ban Baratas

La consacrazione arriva grazie al film Sesso, bugie e videotape (1989) di Steven Soderbergh, per il quale viene premiato come migliore attore al festival di Cannes. Successivamente diventa un giovane depresso affascinato dal mondo delle trasgressioni in Cattive compagnie (1990) di Curtis Hanson e il seduttore di Susan Sarandon in Calda emozione (1990) di Luis Mandoki. La sua carriera prosegue senza intoppi, tra alti (Wolf La belva è fuori, Stargate) e qualche basso (La ragazza dei sogni, Il mistero di Storyville), dimostrando di essere versatile e di sapersi adattare bene a nuovi ruoli, sempre diversi e curiosi.Ruoli diversi per il cinemaNel 1994 lavora con il figlio di Elia Kazan in Incubo d’amore, dopodichè si trasforma in un erotomane nell’inquietante Crash (1996) di David Cronenberg.

Asquith (1951). Nei due decenni successivi la capacità di Redgrave di rinnovarsi continuamente, offrendo caratterizzazioni sempre varie e convincenti, in film sia drammatici che comici, non fa che confermare ulteriormente le sue innati doti attoriali. Fra i molti titoli in cui compare il suo nome, ricordiamo: L’importanza di chiamarsi Ernesto di A.

Hero (un bambino di sette anni che uccide il padre e scappa), Horror (uno scienziato riesce a isolare l’elisir della sessualità umana, ma assumendolo diventa un assassino) e Homo (un detenuto di un carcere racconta di un detenuto più giovane conosciuto tanti anni prima), i tre episodi che compongono questa pellicola, sono acclamati per il loro gusto controverso, per come ben rappresentino la visione sadomasochista delle relazioni gay degli Anni Novanta. Il film ha anche il merito di segnare la prima collaborazione di Haynes con la produttrice Christine Vachon, che da allora finanzierà ogni sua opera. Ovviamente, non sfugge all’ira dei fondamentalisti cattolici americani, ben rappresentati dal Reverendo Donald Wildmon, capo dell’American Family Association, che criticherà Poison e altri film diretti da registi gay e lesbiche.

Una vita da spia. Una vita da Kingsman. Continua. Bionda irlandese dagli occhi chiari, Dominique McElligott è attrice di cinema e televisione; si alterna tra i due mezzi espressivi mantenendo come comune denominatore la scelta di progetti indipendenti. Il suo ruolo più importante è quello della moglie del protagonista in Moon, presentato al Sundance nel 2009 e diretto dal figlio di David Bowie, Duncan Jones.Mentre per vederla debuttare sul grande schermo dobbiamo attendere il 2008, nella stagione 2001 2002 Dominque McElligott dà avvio alla sua carriera di attrice interpretando Cora Collins nella serie tv irlandese On Home Ground, nominata come Miglior Serie Drammatica agli Irish Film and Television Awards.Qualche anno più tardi prende parte alla miniserie in quattro puntate Whiskey Echo, la drammatica vicenda di un gruppo di giovani volontari che mette su un ospedale da campo durante la seconda guerra civile in Sudan.Nel 2008 la McElligott partecipa al pilot della serie che miscela horror, dramma e commedia Being Human e per qualche episodio alla prima stagione dell’irlandese Raw, plurinominata agli Irish Film and Television Awards.L’anno successivo la ritroviamo nel serial action drama creato dal produttore di Oz The Philanthropist, ispirato alla vita del fotografo e filantropo americano Bobby Sager.Nel 2011 la McElligott ottiene finalmente un ruolo da protagonista con la serie western Hell on Wheels, ambientata nell’America del 1860 durante la costruzione della Prima Ferrovia Continentale.Moon e gli altri ruoli al cinemaDopo sette anni di gavetta sui set televisivi tra Irlanda, Canada e Stati Uniti, Dominique McElligott è pronta per il grande salto e debutta sul grande schermo con l’inquietante fantasy horror finlandese Dark Floors, inedito in Italia. Lo stesso anno, il 2008, la vede prendere parte anche alla commedia romantica prodotta nella sua terra Satellites Meteorites.Presentato con successo al Sundance del 2009, l’apprezzato indie Moon vede Dominique nei panni della moglie del protagonista Sam Bell (Sam Rockwell).

Leave a comment